Close

ottobre 14, 2016

Il principe della cultura orientale: il riso

riso

Cereale principe della cultura orientale, il riso  è in grado di migliorare in modo significativo la salute se consumato per diversi giorni alla settimana. Uno studio del “National Health and Nutrition Examination Survey”, mette in evidenza l’associazione tra il consumo di riso e l’assunzione di nutrienti fondamentali per la dieta. Il campione analizzato contava oltre 14mila adulti ambosessi che vivevano negli Stati Uniti.
Gli adulti che mangiavano quantità maggiori di riso – sia che si trattasse di riso integrale o perlato – seguivano diete più conformi alle raccomandazione dietetiche degli USA. Ma non solo: hanno anche mostrato di avere livelli più elevati di minerali, vitamine e fibre prediligendo una dieta con pochi grassi saturi e zuccheri.
Chi mangia tanto riso ha più desiderio e consuma di più alimenti buoni per la salute come la frutta, la verdura e i legumi. Infatti chi mangia il riso di solito accompagna il piatto con porzioni di frutta, verdura, carne e fagioli.  La ricerca si è basata su due studi pubblicati in precedenza che hanno mostrato tutti i benefici del riso. Già nel 2009, analizzando sempre i dati provenienti dal NHANES (National Health and Nutrition Examination Survey) si era potuto evidenziare come i consumatori assidui di riso avessero maggiori livelli di minerali nel sangue e seguissero diete più sane. Nel 2010, uno studio che considerava anche i bambini ha mostrato gli stessi benefici. Questo, nonostante la maggior parte di riso consumato sia quello bianco.
Il riso bianco è differente da quello integrale: 200 grammi di riso integrale contengono 84 mg di magnesio, mentre la stessa quantità di riso bianco ne contiene al massimo 19 mg.
In particolare, la vitamina B1 e B3 e il ferro sono presenti in quantità ridottissime se non del tutto assenti. Per tale ragione, alcuni produttori commercializzano un riso detto “arricchito” a cui ri-aggiungono tali componenti.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *