Close

ottobre 18, 2016

L’aglio contro le infezioni

aglio

Dall’aroma e dal sapore intensi, l’aglio si conferma non soltanto un ottimo alimento , ma un vero e proprio farmaco utile per la prevenzione delle malattie e per favorire il mantenimento di una buona salute. Infatti, è noto da tempo come un potente antibiotico naturale , ottimo nella prevenzione di infezioni. Gli straordinari poteri curativi dell’aglio sono dati da una particolare sostanza in grado di contrastare anche i batteri più resistenti, che risultano rafforzati dall’impiego dei comuni antibiotici. La sostanza in questione si chiama diajoene. Le proprietà antibatteriche dell’aglio sono state confermate grazie ad uno studio scientifico condotto presso l’Universitò di Copenaghen. Lo studio si è svolto sotto la guida dal ricercatore Tim Holm Jakobsen, che se ne è occupato in vista della discussione della propria tesi di dottorato. Le ricerche condotte hanno confermato che l’aglio contiene un composto chimico in grado di neutralizzare i batteri resistenti paralizzando il loro sistema di comunicazione. L’ajoene contenuto nell’aglio impedisce ai batteri di produrre una particolare tossina in grado di distruggere i globuli bianchi presenti nell’organismo. I globuli bianchi sono indispensabili, poiché giocano un ruolo cruciale nel funzionamento del sistema immunitario, non soltanto proteggendoci dalle infezioni, ma anche annientando i batteri stessi. Le infezioni aggressive e multi-resistenti costituiscono un problema sempre più grave in tutto il mondo. I batteri stanno sviluppando la resistenza ai farmaci ed è per questo motivo molto urgente individuare nuove soluzioni al problema.Gli esperti hanno rivolto la propria attenzione in particolar modo al batterio Pseudomonas aeruginosa, che causa infezioni in pazienti con ulcere croniche alle gambe e in coloro che soffrono di fibrosi cistica. Per ottenere i risultati sperati, sarebbe necessario mangiare circa 50 teste d’aglio al giorno, secondo quanto comunicato dal ricercatore. Si tratta, ovviamente, di un obiettivo impossibile. Ciò è dovuto alla ridotta presenza di ajoene all’interno dell’aglio. Perciò gli esperti lavoreranno per riprodurre in laboratorio questa sostanza naturale che potrebbe risultare davvero utile nel contrastare le infezioni batteriche. E’ proprio la natura che ci offre le soluzioni sperate e dalla quale si dovrebbe trarre il massimo beneficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *